l’autore

Veneziano, 46 anni di cui gli ultimi 23 a fare il pubblicitario con alterne fortune.
Mi fanno compagnia in questa vita una bellissima e dolcissima donna che nonostante tutto dopo 16 anni ancora mi ama e un gattone affettuosissimo di nome Lillone ( nome meritatissimo dato il fatto che è un mammone incredibile ) e una gattina rompiballe e simpaticissima, Pixie-Boo, in verità avrei preferito un cane ma alla fine meglio così, meno rotture di scatole.

Il Lavoro.

Pubblicitario dicevo, infatti mentre mi trascinavo tra un esame e una festa ad architettura a Venezia ho fatto anche a tempo ad iscrivermi alla Scuola Internazionale di Grafica e poi a fare gli esami con la TP, grazie a questo sforzo titanico 😉 dopo il militare ( in Marina ) sono stato subito assunto in una agenzia di Vicenza con il ruolo di Art Director e un bello stipendiozzo per l’epoca, tutto fantastico se non che dopo un’anno è scoppiata mani pulite e il 90% delle agenzie di pubblicità italiane sono fallite inclusa quella in cui lavoravo io.
Così mi sono trovato senza un lavoro e una casa sul groppone da un giorno all’altro oltre a 6 mesi di stipendi mai percepiti. Dopo un po di mesi di domino effect che coinvolgono vita lavorativa e affettiva mi rimetto in piedi e vado a lavorare in una struttura padovana che però dopo appena un anno “salta”. A quel punto mi son detto  “sicurezza per sicurezza mi metto in proprio” e così attraverso varie vicissitudini e una paio di botte di culo riesco ad aprire uno studio insieme ad un vecchio amico dei tempi della scuola di grafica.
Beh, tra alti e bassi dopo 15 anni siamo ancora soci e la struttura pur con diverse incarnazioni e diversi soci andati e venuti è ancora in piedi e tutt’oggi mi fa metter insieme pranzo, cena e qualche vizio. Per chi fosse interessato l’agenzia si chiama DNA italia e questo è il link ( www.dnaitalia.com ).
Insieme agli amici e soci di DNA italia redigo anche un blog sulla grafica e la comunicazione in generale che si chiama Graficare ( http://www.graficare.org )

Nel 2008 un paio di amici mi hanno coinvolto in un interessante esperimento commerciale a Venezia dove con fatica abbiamo avviato un negozio di specialità italiane di alto livello che ha l’ambizione un giorno, quando l’economia si rimetterà a camminare, di venire esportato all’estero come format. Il negozio si chiama i Tre Mercanti ( dai tre soci appunto ) e se volete potete avere un’idea di che si tratta visitandone il sito ( http://www.itremercanti.it ). Recentemente abbiamo rivisto il format e prima della fine dell’estate del 2013 l’offerta commerciale verrà completamente rinnovata.

La mia città.

Siccome se sto fermo mi annoio oltre a questi impegni negli ultimi anni mi sono anche dedicato all’attività civica fondando nel 2008, insieme ad un gruppo di coetanei, il movimento 40xVenezia ( http://www.40xvenezia.it ) che ha avuto molta eco nella stampa locale e nazionale ( e con qualche incursione internazionale pure ). A questo movimento ho cercato di portare le mie competenze professionali creandone il nome, l’immagine e il logo, e strutturandone il Social Network ( su piattaforma Ning ) che è stato il vero e proprio elemento detonante per il successo del movimento ( http://40xvenezia.ning.com ).
La scelta dello strumento e l’effetto virale ne hanno fatto in breve tempo uno dei social network più attivi su piattaforma Ning a livello mondiale e ha fatto guadagnare al movimento l’onore della ribalta nella cronaca locale dando credibilità alle varie attività e iniziative civiche che nel frattempo il movimento generava. Il movimento ha raggiunto quasi i 1.800 iscritti ( che per una città di 60.000 abitanti sono un’enormità ), nel suo momento di maggior fulgore faceva circa 500 utenti al giorno con una media di 12 pagine a cranio, numeri importanti.

Purtroppo ad un certo punto la spinta movimentista è cessata e sono emerse pulsioni dirigiste che hanno fatto optare per la cristallizzazione in forma associativa, dopo circa un anno di vicepresidenza ho abbandonato la carica per cercare di portare la spinta movimentista in un gruppo di associazioni che si impegnarono alle elezioni amministrative 2010 del Comune di Venezia.  Il movimento si chiamava Venezia in Movimento ( http://www.veneziainmovimento.it ) e si è consorziato con altre associazioni di Venezia e Mestre per varare la Lista Civica Una Grande Città ( http://www.unagrandecitta.it ). Fu un’esperienza preziosa come arricchimento personale ma fallimentare dal punto di vista dei risultati.

Più recentemente ( primavera 2013 ) insieme a molti amici soprattutto di Mestre abbiamo fondato un comitato a favore della costruzione del Palais Lumière che si è battuto per diffondere la cultura dell’innovazione e dello sviluppo in una città bloccata da mille veti e molti interessi, la pagina del comitato conta più di 12.000 fan 😉

Perchè un blog.

Mi interessa tutto quello che è innovazione, futuro, comunicazione, design, internet, reti sociali, politica, humor e tutto quello che non rientra necessariamente nelle “scatole” che ci vengono fornite dalla società per catalogare cose, idee e persone. Mi piacerebbe trasferire quello che raccolgo per strada, come i sassolini di Turms l’etrusco, e che in qualche maniera ritengo sia interessante, significativo oppure solamente bizzarro.

Se nel frattempo dovessi combinare altri malanni li aggiungerò in questo profilo :-)