Oscar Giannino, il libro e la copertina

9 Flares Twitter 0 Facebook 9 Google+ 0 LinkedIn 0 Email -- 9 Flares ×
English: Oscar Giannino, italian journalist. I...

English: Oscar Giannino, italian journalist. Italiano: Oscar Giannino, giornalista italiano. (Photo credit: Wikipedia)

Dico la mia su Oscar Giannino e sulla vicenda del master fantasma ( o degli altri titoli accademici millantati tra cui due lauree, una in Giurisprudenza e una in Economia ) e poi mi taccio:

E’ vero ha fatto una cazzata più o meno veniale, un difettuccio se vogliamo, una di quelle cose che uno dice: tanto lo fanno tutti …

E invece no, non lo posso scusare perchè uno che fa del merito e della competenza (acquisiti anche con lo studio, che io rispetto proprio perché non ho avuto la voglia e la costanza di conseguire una laurea) un cavallo di battaglia non si può mettere a cacciare balle sui titoli accademici. Siamo il paese dei finti dentisti e dei Trota, non vedo differenza tra lui e loro, vedo la stessa provinciale vanità.
NON me ne frega nulla che in confronto al nano di Arcore o allo scandalo MPS o altre porcherie sia una bazzeccola. Se fai il Savonarola e urli contro il malcostume devi essere integerrimo o almeno onesto nei limiti della decenza.

Non glielo ha ordinato il dottore di millantare risultati accademici, poteva non farlo.
Ha scelto coscientemente di mentire ed è questa la colpa, altro che lapsus.
Ci sarebbe da chiedersi oltratutto se alla luce di questo il suo percorso professionale abbia risentito in maniera positiva da tali balle reiterate e come e quante altre volte si sia speso questo piuttosto che un altro lapsus.

Preferisco votare uno che so che mente o che fa parte di un sistema di cui conosco i limiti, almeno mi regolo, piuttosto che uno che fa finta di arrivare da Marte e poi si scopre che tanto meglio degli altri non è. Se poi ha sparato cazzate su se stesso chissà dove altro ha mentito.
Sull’argomento poi del “lapsus” ecco l’inchiesta di DagoSpia che traccia un profilo agghiacciante di Giannino.

Questa poi è la conferma che SI PUO’ giudicare un libro dalla copertina, uno che si agghinda come un pavone vorrà dire che o ha qualcosa da nascondere o ha delle profonde insicurezze che maschera tirando su un palco teatrale assurdo. Non vedo differenze tra i capelli aerografati e il cerone di Berlusconi e le giacche e spillette ( chissà di che poi ) di Giannino.
Mi sembra che in questo caso la menzogna sul Master rientri in un quadro psicologico ben preciso e francamente uno così è meglio che faccia intrattenimento piutttosto che politica.

E con questo non vuol dire che io sia meglio di Giannino, tutti abbiamo i nostri limiti, lui è un vanitoso io ho altri difetti ma ESIGO di essere governato da gente migliore di me, almeno questo.

Cominciamo ad essere choosy ( nel senso buono 😉 ) ed esigiamo che chi si propone per governare sia un campione, un esempio del meglio che questo paese può offrire e non un mediocre uomo qualunque con difetti che si possono trovare in ogni bar sport o circolo caccia e pesca. Oppure, almeno, esigiamo che se uno si espone pubblicamente lo faccia con i suoi limiti, anche i suo difetti, lasciando all’elettore di scegliere se votare uno che è bravo e non ha titoli accademici piuttosto del parruccone pluri-laureato di turno.
Insomma, l’onestà in questo caso è una cosa dirimente perchè la sua assenza limita la mia capacità di scegliere in maniera corretta ed il mio voto è troppo importante per finire in mano ad un tacchino vanitoso, l’ennesimo.

credits: la foto di copertina “Masters of the Universe” è stata postata da Michele Albera sulla pagina Facebook Hipster per Giannino 

9 Flares Twitter 0 Facebook 9 Google+ 0 LinkedIn 0 Email -- 9 Flares ×